Gli antichi Egizi credevano che l'ametista possedesse poteri protettivi, per questo veniva posto nelle tombe dei faraoni. Durante il Medioevo venne utilizzato come farmaco per curare i disturbi del sonno, per affinare l'intelletto e proteggere chi lo indossava dai malefici delle streghe. Anche presso la tradizione araba, l'ametista serviva a proteggere dai brutti sogni e dalla gotta.

"/>
Astrologia - Attualità

La pietra di febbraio: l'ametista.

La pietra di febbraio è l’ametista, pietra collegata alla regalità, al potere temporale e spirituale. L’ametista ha il più alto tasso di quarzo, e come il quarzo anche l’ametista è trasparente e può esistere in varie cromie.

L’ametista é molto sensibile al calore: quando raggiunge i 400 gradi muta colore e diventa marrone o rosso, altre volte si trasforma in verde o, più raramente, diventa citrino. I paesi più ricchi di questa pietra sono il Brasile e l’Uruguay.

L’ametista ha una lunga storia ricca di leggende: già 25.000 anni fa, nell’attuale Francia, era utilizzato a scopo decorativo dagli uomini preistorici. Si dice che l'anello con il sigillo indossato da Cleopatra fosse un ametista che riportava l’immagine di Mitra , la divinità persiana che simboleggiava lo spirito divino, la fonte di luce e di vita. Si dice anche essere la pietra di San Valentino, perché il santo, che era un vescovo, portava la pietra al dito. Ecco perché lo si collega al mese di febbraio.

La parola ametista deriva dalla parola greca "amethystos" che vuole dire sobrio, non ubriaco: anticamente, portare un ametista serviva ad essere protetti dalle intossicazioni di ogni genere, e anche dagli eccessi del bere. Secondo la leggenda Bacco, il dio del vino, offeso da Diana, giurò di vendicarsi uccidendo la prima persona che avrebbe incontrato. Bacco incontrò una fanciulla chiamata Ametista la quale, resasi conto delle cattive intenzioni del dio, supplicò Diana di salvarla. La dea la tramutò in una pietra candida, Bacco, mosso da compassione, le versò addosso del vino conferendo alla pietra la classica colorazione violacea. 

Gli antichi Egizi credevano che l'ametista possedesse poteri protettivi, per questo veniva posto nelle tombe dei faraoni. Durante il Medioevo venne utilizzato come farmaco per curare i disturbi del sonno, per affinare l'intelletto e proteggere chi lo indossava dai malefici delle streghe. Anche presso la tradizione araba, l'ametista serviva a proteggere dai brutti sogni e dalla gotta.

Tag
mitologia | Mistero | Fantasia | Curiosità |
Torna all'elenco
Vedi tutti gli approfondimenti di Luglio 2019
Ti potrebbe interessare anche...

Lo sbarco sulla Luna: piccole curiosita' astrologiche.

50 anni fa, il 20 luglio 1969 alle ore 21.18 ora italiana, l’uomo mise piede sulla Luna.  L’immagine, scattata da Michael Collins, mostra...

Curiosità astronomiche relative alla Luna Piena (con eclissi) di stasera

Sebbene la Luna ci sembri piena per due o tre notti sappiamo che il fenomeno avviene invece in un preciso istante, ovvero quando la Luna si trova esattamente...

Archivio
Calcolo della Luna

La Luna rappresenta la nostra componente emotiva, i nostri umori, la nostra parte più intima e fragile, gli affetti, gli istinti. La Luna governa il segno del Cancro.

Scopri di più
Tema Natale

Attenzione: se si è nati in un giorno in cui vigeva l'ora legale è necessario sottrarre un'ora al momento della nascita.

Bioritmo lunare

La nostra esistenza è influenzata da precisi cicli biologici chiamati anche bioritmi. E la Luna, grazie ai suoi frequenti cambiamenti, può sicuramente influire su di essi. Ecco una guida per scoprire le probabili energie e gli umori del mese.

Scopri di più
Calcolo Ascendente

Ascendere, alzarsi, sorgere: l’Ascendente è il grado zodiacale che sorge a Est nel momento esatto della nostra nascita. Secondo l’astrologia antica (che è la bussola di Astrologando) è fondamentale perché rappresenta tutto ciò che nell’istante della nostra nascita viene al mondo.

Calcola