Astrologia - Approfondimenti

Giorni e pianeti: le ragioni dell'ordine dei nomi

I nomi dei giorni hanno origine dai nomi dei pianeti che, a turno, governano la prima ora di ogni giorno. Così il lunedì è il giorno della Luna (Lunae dies) perché la Luna governa la sua prima ora, martedì appartiene a Marte (Martis dies) perché il pianeta rosso governa la sua prima ora, mercoledì di Mercurio (Mercuri dies), giovedì di Giove (Iovis dies), venerdì di Venere (Veneris dies). Sabato era in origine il giorno di Saturno (Saturni dies), tanto che la denominazione si ritrova nell’inglese Satur(n)day (in tedesco sabato è anche chiamato Sonnabend, ovvero vigilia del Sole) ma con l’avvento del cristianesimo subentrò il termine ebraico “shabbat”, ovvero “giorno di riposo”, in sabato. Analogamente il nome domenica (in latino Dominica, Giorno del Signore) fu introdotto dall’imperatore Costantino per sostituire il Solis dies, giorno del Sole, che resiste nell’inglese Sunday e nel tedesco Sonntag – Die Sonne, il Sole, Tag, giorno (ricordiamo che il Costantino pagano era particolarmente devoto alla divinità solare).

Ma perché questa particolare sequenza? Nulla è per caso. 

Si pensa che l’ordine dei giorni sia stato condizionato dall’esaltazione dei vari pianeti e dagli elementi dei segni in cui si hanno le esaltazioni stesse. Il primo giorno della settimana (così come ancora rispettato dagli inglesi che iniziano con Sunday) secondo la Genesi è quello in cui si ebbe la luce (fiat lux), ovvero la domenica, il giorno del Sole che è esaltato in Ariete, segno di fuoco. Il primo giorno, così come il segno dell’Ariete è il primo segno. 

Lunedì, martedì e mercoledì sono invece dedicati a pianeti che trovano la loro esaltazione in segni di terra (Luna in Toro, Marte in Capricorno, Mercurio in Vergine) tanti furono i giorni necessari a separare la terra dalle altre cose. 

Giovedì e venerdì sono dedicati a pianeti che trovano la loro esaltazione in segni di acqua (Giove in Cancro e Venere in Pesci), perché il giovedì servì a popolare i mari, e di venerdì Dio creò l’uomo facendolo maschio e femmina (concetto di attrazione governato da Venere e di passione governato dall’acqua). 

Infine il sabato, il giorno di riposo, quando Dio cessa ogni attività, il limite, la fine governata da Saturno, pianeta del giorno che trova la sua esaltazione in Bilancia, segno d'aria. Aria intesa come leggerezza del non fare, del riposare.

Tag
mitologia | Simbologia | Filosofia | Curiosità |
Torna all'elenco
Vedi tutti gli approfondimenti di Novembre 2018
Ti potrebbe interessare anche...

Il Sagittario: un segno apparentemente ottimista ma che vive una tristezza interiore

Quando il Sole è in Sagittario stiamo guardando verso il centro galattico della Via Lattea, ma non ci è dato di vedere cosa vi sia nel centro...

Formalhaut, la stella del sacrificio, la stella che sa stare da sola

Tra le stelle chiamate stagionali, ovvero legate a una stagione precisa, quella invernale è Formalhaut, ovvero la bocca del Pesce sud, stella di...

Atena, la Luna e la civetta. Chi sa vivere il lato oscuro di se'

Come tutte le divinità, anche Atena possedeva vari nomi e epiteti riferiti alle sue caratteristiche. Così Atena poteva essere Aglauro, ovvero...

Archivio
Calcolo della Luna

La Luna rappresenta la nostra componente emotiva, i nostri umori, la nostra parte più intima e fragile, gli affetti, gli istinti. La Luna governa il segno del Cancro.

Scopri di più
Tema Natale

Attenzione: se si è nati in un giorno in cui vigeva l'ora legale è necessario sottrarre un'ora al momento della nascita.

Bioritmo lunare

La nostra esistenza è influenzata da precisi cicli biologici chiamati anche bioritmi. E la Luna, grazie ai suoi frequenti cambiamenti, può sicuramente influire su di essi. Ecco una guida per scoprire le probabili energie e gli umori del mese.

Scopri di più
Calcolo Ascendente

Ascendere, alzarsi, sorgere: l’Ascendente è il grado zodiacale che sorge a Est nel momento esatto della nostra nascita. Secondo l’astrologia antica (che è la bussola di Astrologando) è fondamentale perché rappresenta tutto ciò che nell’istante della nostra nascita viene al mondo.

Calcola