Bridenstine lo ha affermato lo scorso 25 ottobre in occasione del Congresso Astronautico Internazionale a Washington.

Nel 2006 infatti, l’Unione Astronomica Internazionale (IAU) lo aveva degradato assegnandogli il nome tecnico di Minor planet 134340 Pluto. Si è trattato di una decisione sofferta e controversa, ma perché?

Fu in realtà la scoperta del pianeta 2003 UB313 - ora chiamato Eris - che portò alla riclassificazione di Plutone. Eris infatti ha molta più massa di Plutone, quindi la IAU stabilì nuovi criteri di classificazione di pianeta per evitare di avere molti altri pianeti.

Si considera un corpo celeste come un pianeta tutto ciò che:

- orbita attorno al sole.

- possiede una massa sufficiente per assumere un equilibrio idrostatico (una forma quasi rotonda).

- ha un’orbita definita libera da altri corpi celesti.

A Plutone manca l’ultima caratteristica perché orbita attorno al Sole ma insieme a molti altri piccoli oggetti della Cintura di Kuiper, ed è proprio questa caratteristica che la IAU vorrebbe cancellare (facendo cos’ rientrare Plutone nell’Olimpo dei pianeti. Attualmete, a far compagnia a Plutone tra i “nani”, esistono altri cinque corpi celesti nostro sistema solare: Cerere nella fascia degli asteroidi tra Marte e Giove e Plutone, Haumea, Makemake ed Eris, nel sistema solare esterno.

Ironia della sorte, New Horizons è decollato da Cape Canaveral il 19 gennaio 2006, pochi mesi prima della nuova classificazione di Plutone.

"/>
Astrologia - Attualità

Plutone potrebbe presto essere di nuovo un pianeta?

È passato più di un decennio da quando Plutone è stato retrocesso da nono pianeta del sistema solare al rango inferiore di "pianeta nano", ma ora il capo della NASA, Jim Bridenstine, dice che Plutone potrebbe tornare a essere un pianeta a tutti gli effetti.

Bridenstine lo ha affermato lo scorso 25 ottobre in occasione del Congresso Astronautico Internazionale a Washington.

Nel 2006 infatti, l’Unione Astronomica Internazionale (IAU) lo aveva degradato assegnandogli il nome tecnico di Minor planet 134340 Pluto. Si è trattato di una decisione sofferta e controversa, ma perché?

Fu in realtà la scoperta del pianeta 2003 UB313 - ora chiamato Eris - che portò alla riclassificazione di Plutone. Eris infatti ha molta più massa di Plutone, quindi la IAU stabilì nuovi criteri di classificazione di pianeta per evitare di avere molti altri pianeti.

Si considera un corpo celeste come un pianeta tutto ciò che:

- orbita attorno al sole.

- possiede una massa sufficiente per assumere un equilibrio idrostatico (una forma quasi rotonda).

- ha un’orbita definita libera da altri corpi celesti.

A Plutone manca l’ultima caratteristica perché orbita attorno al Sole ma insieme a molti altri piccoli oggetti della Cintura di Kuiper, ed è proprio questa caratteristica che la IAU vorrebbe cancellare (facendo cos’ rientrare Plutone nell’Olimpo dei pianeti. Attualmete, a far compagnia a Plutone tra i “nani”, esistono altri cinque corpi celesti nostro sistema solare: Cerere nella fascia degli asteroidi tra Marte e Giove e Plutone, Haumea, Makemake ed Eris, nel sistema solare esterno.

Ironia della sorte, New Horizons è decollato da Cape Canaveral il 19 gennaio 2006, pochi mesi prima della nuova classificazione di Plutone.

Tag
Astronomia | Ottimismo | Fantasia | Estero | Curiosità |
Torna all'elenco
Vedi tutti gli approfondimenti di Novembre 2019
Ti potrebbe interessare anche...

Spica, Antares e Aculeus: le tre stelle che ora si faranno notare

Nel cielo di questi giorni, brillano tre stelle fisse attivate da altrettanti pianeti. Possiamo infatti osservare un Marte vicinissimo a Spica, una Venere...

San Martino e la sua estate.

Oggi si celebra san Martino di Tours, santo famoso per il suo gesto di donare metà del suo abito ad un povero che non aveva nulla da indossare durante...

L’eclissi di Mercurio (11 novembre): curiosità astronomiche di un evento raro

Ogni tanto Mercurio si frappone tra noi e il Sole, così che dalla Terra sia possibile osservare (ovviamente solo con telescopi e protezioni per...

Archivio
Calcolo della Luna

La Luna rappresenta la nostra componente emotiva, i nostri umori, la nostra parte più intima e fragile, gli affetti, gli istinti. La Luna governa il segno del Cancro.

Scopri di più
Tema Natale

Attenzione: se si è nati in un giorno in cui vigeva l'ora legale è necessario sottrarre un'ora al momento della nascita.

Bioritmo lunare

La nostra esistenza è influenzata da precisi cicli biologici chiamati anche bioritmi. E la Luna, grazie ai suoi frequenti cambiamenti, può sicuramente influire su di essi. Ecco una guida per scoprire le probabili energie e gli umori del mese.

Scopri di più
Calcolo Ascendente

Ascendere, alzarsi, sorgere: l’Ascendente è il grado zodiacale che sorge a Est nel momento esatto della nostra nascita. Secondo l’astrologia antica (che è la bussola di Astrologando) è fondamentale perché rappresenta tutto ciò che nell’istante della nostra nascita viene al mondo.

Calcola