Si tratta semplicemente di assegnare, a ogni pianeta, il vizio che ci può raccontare attraverso la distorsione a cui l’energia del pianeta stesso può arrivare. Impedendoci così di crescere, di migliorare.

Si comincia così dalla Superbia, di colui che coltiva solo la propria personalità sminuendo quella delle persone vicine. Chiaro il collegamento al Sole che, in quanto astro più forte e brillante, racconta di coloro che si sentono i migliori.

Segue poi l’Accidia, ovvero l’attitudine a oziare e a non reagire agli stimoli che renderebbero più attivo e reattivo il proprio modo di essere. Molto simile all’energia della Luna, pianeta che ci parla di intimità, di infanzia e di emozioni che non hanno voglia di affrontare alcune realtà.

La Lussuria intesa come forma di autoindulgenza verso il piacere, verso la sensualità. Venere può sconfinare proprio in questo, in una forma di eccesso verso ciò che più ci piace e che ci appassiona.

E poi l’Ira, la rabbia che ci accende e che ci rende combattivi, aggressivi. Ovviamente il rimando è a Marte, pianeta rosso che si accende di forza e che, se eccessivo, diventa rabbioso, violento.

La Gola nasce da un eccesso, dal bisogno estremo di inghiottire, di attirare a sé. Proprio come fa Giove che, oltre a essere il pianeta degli eccessi per eccellenza, è anche colui che attira a sé senza ogni cosa senza alcuna selezione o misura.

Invidiare nasce da un confronto, dal riflettere fortune o realtà altrui su di noi compiendo un paragone, ma impedendoci anche di concentrarci sul miglioramento personale. Mercurio è riflessione e confronto, ma è anche il pianeta dei pettegolezzi, della maldicenza tipica di chi prova invidia.

Infine, l’Avarizia, ovvero il trattenere a sé, l’incapacità di separarsi da beni e da risorse. Saturno è proprio il pianeta che consolida, ma che racconta anche della scarsità, della pochezza nel concederci e nel dare.

"/>
Astrologia - Approfondimenti

La teoria dei Vizi Capitali: in cosa pecchiamo più facilmente?

Esiste una teoria astrologica secondo la quale il pianeta più debole in tema natale ci mostrerebbe quale tra i "vizi capitali" è il più dominante in una persona. Tutti noi, infatti, abbiamo un pianeta natale problematico, debole forse perché in esilio o in caduta, o forse perché in una casa cadente (casa 6 - 8 e 12). Ma come sarebbero collegati gli astri ai vizi capitali?

Si tratta semplicemente di assegnare, a ogni pianeta, il vizio che ci può raccontare attraverso la distorsione a cui l’energia del pianeta stesso può arrivare. Impedendoci così di crescere, di migliorare.

Si comincia così dalla Superbia, di colui che coltiva solo la propria personalità sminuendo quella delle persone vicine. Chiaro il collegamento al Sole che, in quanto astro più forte e brillante, racconta di coloro che si sentono i migliori.

Segue poi l’Accidia, ovvero l’attitudine a oziare e a non reagire agli stimoli che renderebbero più attivo e reattivo il proprio modo di essere. Molto simile all’energia della Luna, pianeta che ci parla di intimità, di infanzia e di emozioni che non hanno voglia di affrontare alcune realtà.

La Lussuria intesa come forma di autoindulgenza verso il piacere, verso la sensualità. Venere può sconfinare proprio in questo, in una forma di eccesso verso ciò che più ci piace e che ci appassiona.

E poi l’Ira, la rabbia che ci accende e che ci rende combattivi, aggressivi. Ovviamente il rimando è a Marte, pianeta rosso che si accende di forza e che, se eccessivo, diventa rabbioso, violento.

La Gola nasce da un eccesso, dal bisogno estremo di inghiottire, di attirare a sé. Proprio come fa Giove che, oltre a essere il pianeta degli eccessi per eccellenza, è anche colui che attira a sé senza ogni cosa senza alcuna selezione o misura.

Invidiare nasce da un confronto, dal riflettere fortune o realtà altrui su di noi compiendo un paragone, ma impedendoci anche di concentrarci sul miglioramento personale. Mercurio è riflessione e confronto, ma è anche il pianeta dei pettegolezzi, della maldicenza tipica di chi prova invidia.

Infine, l’Avarizia, ovvero il trattenere a sé, l’incapacità di separarsi da beni e da risorse. Saturno è proprio il pianeta che consolida, ma che racconta anche della scarsità, della pochezza nel concederci e nel dare.

Tag
Mistero | Interpretazione tema natale | Fortuna | Filosofia | Destino | Curiosità | Auto-comprensione |
Torna all'elenco
Vedi tutti gli approfondimenti di Dicembre 2018
Ti potrebbe interessare anche...

Le promesse dei pianeti natali veloci posti alla fine dei segni

Alcuni di noi possiedono pianeti veloci (Luna Mercurio e Venere) che si trovano alla fine di un segno (per fine si intende mediamente dal 28° grado...

La nascita della Terra (e il suo tema natale) secondo i Caldei e gli Ebrei

Secondo la tradizione Caldea ed ebraica, la Terra avrebbe un tema natale preciso, un progetto fantastico, più che reale, ma che, per gli appassionati...

Il cielo del Paleolitico: le grotte di Lescaux

I ricercatori delle università di Edimburgo e del Kent hanno recentemente pubblicato uno studi sull'arte paleolitica e neolitica con simboli di...

Archivio
Calcolo della Luna

La Luna rappresenta la nostra componente emotiva, i nostri umori, la nostra parte più intima e fragile, gli affetti, gli istinti. La Luna governa il segno del Cancro.

Scopri di più
Tema Natale

Attenzione: se si è nati in un giorno in cui vigeva l'ora legale è necessario sottrarre un'ora al momento della nascita.

Bioritmo lunare

La nostra esistenza è influenzata da precisi cicli biologici chiamati anche bioritmi. E la Luna, grazie ai suoi frequenti cambiamenti, può sicuramente influire su di essi. Ecco una guida per scoprire le probabili energie e gli umori del mese.

Scopri di più
Calcolo Ascendente

Ascendere, alzarsi, sorgere: l’Ascendente è il grado zodiacale che sorge a Est nel momento esatto della nostra nascita. Secondo l’astrologia antica (che è la bussola di Astrologando) è fondamentale perché rappresenta tutto ciò che nell’istante della nostra nascita viene al mondo.

Calcola